Durante la fase di progettazione delle varie parti del mio lavoro, una di quelle che mi ha messo più in difficoltà è stata il titolo. Sì, perché una delle cose più complicate quando si decide di avviare un’attività propria che non è genericamente catalogabile, è proprio la scelta del titolo che con due, massimo tre parole, deve spiegare e soprattutto far capire alle persone quello che si fa e ciò di cui ci si occupa.

Il mio desiderio originale era che fosse in italiano, il motivo è ben intuibile dal momento che siamo in Italia, ma ogni volta che provavo a pensarci, arrivavano solo titoli banali, poco efficaci, incompleti o troppo lunghi e che soprattutto non spiegavano ciò di cui mi sarei occupata.

Perciò un giorno, presa dalla disperazione totale, scrivo a delle mie care amiche (si sa, le amicizie sono un dono inestimabile dell’Universo) a cui spiego in parole estremamente semplici di cosa mi occuperò e loro, in modo molto istintivo, mi scrivono cinque/sei titoli in inglese. Al che mi si accende la lampadina! (Si lo so che sono Laureata in lingue e che una delle mie due lingue è l’inglese, però io fino a quel momento avevo pensato solo in italiano senza proprio prendere in considerazione un’altra lingua.)

La facilità con cui loro mi hanno risposto, e soprattutto l’attinenza delle loro risposte, mi hanno fatto capire che la definizione che avevo dato loro era semplice ed efficace, ed in poco tempo hanno trovato l’ispirazione giusta per darmi delle risposte praticamente perfette!

Ragionando su due dei titoli che più mi avevano colpita e sommandoli, è nato quello che ritengo il miglior titolo che potessi avere: Green Life Educator!

Se vuoi scoprire nel dettaglio di cosa mi occupo e cosa posso fare per te, clicca qui.

Grazie di essere qui, ti aspetto al prossimo post!